Testi


«Pravda» nel contesto del vocabolario europeo degli «intraducibili». II parte

Konstantin Borisovič Sigov Nacional’nyj Universitet “Kievo-Mogiljanskaja akademija” Introduzione e nota di traduzione di Stefania Sini Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro” – Vercelli Concludiamo la traduzione del saggio di Konstantin Sigov dedicato al concetto di pravda, al suo  complesso spettro semantico e alla storia del concetto nei suoi usi, effetti e valori molteplici […]

«Pravda» nel contesto del vocabolario europeo degli «intraducibili». I parte

Konstantin Borisovič Sigov Introduzione di Stefania Sini Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro” – Vercelli Il saggio che qui presentiamo costituisce il risultato di un lavoro ventennale di indagini e riflessioni svolto da Konstantin Sigov intorno al concetto di pravda, asse portante della storia della cultura russa oltre che termine di evidente rilevanza […]

La missione della scuola teologica in padre Aleksandr Glagolev

15.08.2015 Konstantin Sigov «Il profondo legame tra la scuola della fraternità e la Chiesa, ha infuso all’unione fraterna di amore e verità la benedizione dall’alto e la forza della grazia che rendono la scuola partecipe dell’irriducibilità e dell’invincibilità davanti al nemico, promessa dal Signore Gesù Cristo alla sua Chiesa»1. Aleksandr Glagolev All’inizio del XX secolo l’Accademia teologica di Kiev pubblicò […]

Foto russe dal cuore dell’Ucraina

Viktorija Ivleva a cura di Delfina Boero Sarebbe riduttivo tradurre la parola ucraina mandrivka semplicemente come «viaggio», perché questo termine evoca piuttosto esplorazioni avventurose in luoghi remoti. L’idea del libro-reportage della giornalista e fotografa russa ViktorijaIvlevaMandrivka, ovvero un «baco» facebook alla scoperta dell’Ucraina[1], nasce a Mosca nel marzo 2014 durante la prima Marcia della pace. Viktorija in quell’occasione […]

Foto russe dal cuore dell’Ucraina

29.04.2015 Viktorija Ivleva a cura di Delfina Boero Il viaggio in Ucraina di una fotografa russa all’indomani dell’annessione della Crimea. Un messaggio di solidarietà, riconciliazione e fiducia nella capacità umana di guardare la realtà senza preconcetti. La testimonianza di chi non si rassegna a una guerra ancora in corso. SAREBBE RIDUTTIVO tradurre la parola ucraina mandrivka semplicemente come «viaggio», perché […]

Le autorità della Crimea, che si sono autoproclamate, scacciano i tatari dalla penisola.

Marija Žartovskaja
Le autorità russe della Crimea si servono di qualsiasi mezzo per sbarazzarsi dei loro principali oppositori, i tatari di Crimea.
La mattina del sei ottobre in un ospedale abbandonato a Evpatorija, gli abitanti del luogo hanno trovato il corpo di un ragazzo impiccato. Si tratta di Edem Asanov, un tataro di Crimea, popolazione autoctona della penisola. È il secondo rappresentante della popolazione indigena della regione a essere stato ritrovato, tra quelli scomparsi dal momento dell’occupazione russa.

GUERRA IN UCRAINA/ Sigov: il piano di Putin è spaccare l’Europa

Ancora in tarda serata si attende una dichiarazione congiunta al temine del vertice di Minsk, in Bielorussa, che ha visto riuniti intorno a un tavolo il presidente russo Vladimir Putin, Angela Merkel, François Hollande, il presidente ucraino Poroshenko e anche i leader delle autoproclamate repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, Aleksandr Zakharcenko e Igor Plotnitski, per tentare di raggiungere un cessate il fuoco nei territori dell’Est Ucraina. Il vertice, preceduto da incontri bi- e trilaterali, è stato funestato dalle notizie di nuove vittime provenienti dalle zone di guerra, da Donetsk e dalla sacca di Debaltsevo. Secondo Constantin Sigov, filosofo, intellettuale di spicco dell’Ucraina, fautore della rivoluzione morale del Majdan, Putin, con la sua politica di annessione territoriale, è un pericolo per l’intera Europa e i leader europei devono quanto prima porgli dei limiti.

Padre Dymyd (“cappellano del Maidan”): vi racconto la rivoluzione del cuore

21 novembre 2014 Padre Dymyd Intervista di Marta Dell’Asta Tutto è cominciato nel novembre 2013, dopo che un accordo di associazione con l’Unione Europea che sembrava imminente veniva ritirato dal governo e trasformato nell’opzione strategica diametralmente opposta, quella di nuovi accordi economico finanziari con Mosca. E’ nata così la crisi ucraina, che ha avuto il […]

1 212

Login

Register | Lost your password?